nell'oblio
Thriller

Nell’oblio di Federico Axat, Anno 2019

Ott 28, 2019 Barbara Galimberti
Trama 100
Suspense 100
Scrittura 100
100
Il nostro voto 100

LA FORZA IPNOTICA DELLE PAROLE DI AXAT

Il tempo passa e le immagini dei ricordi diventano sempre più sfuocate. La percezione di una realtà passata è sempre più lontana. Noi lottiamo, noi cerchiamo di provare nuovamente tutte quelle emozioni, che hanno riempito la nostra vita e desideriamo ritrovare le nostre immagini, che noi stessi abbiamo perso. Ma la vita va avanti, corre, ci spinge verso il domani.

“Nell’oblio” è un romanzo che scaraventa in un passato dimenticato, un passato offuscato dal silenzio.

[…] notai il corpo con la coda dell’occhio. Accadde tutto forse in mezzo minuto, a nella mia mente gli eventi si svolsero con una lentezza esasperante. Girai la testa, sicuro che qualcosa non quadrasse, e vidi la ragazza […], gli occhi aperti rivolti all’infinito.

Leggere questo romanzo è come essere legati a un filo spinato. Le parole sono lì davanti, ti stringono, ti legano e penetrano con forza nel nostro “IO” più profondo. È un thriller che mette in scena l’idea della psiche umana con le sue ombre e i suoi vortici.

Federico Axat è in grado di far entrare il lettore nella mente del protagonista, portandolo a interpretare i sogni, a trovare quei ricordi sommersi nell’inconscio, accompagnandolo nell’oblio così misterioso, enigmatico e impenetrabile, dove la memoria non è più efficace e la morte inesorabilmente prende spazio nella vita.

La scrittura è semplice e pulita ed è perfetta per fare entrare il lettore nel corpo del romanzo, che cresce e matura sempre più. I personaggi sono coerenti e decisamente credibili, si vive con loro questo forte desiderio di ricerca di un senso verso tutte quelle sensazioni, che travolgono e che la mente trattiene e sigilla. “Nell’oblio”, con la sua trama, che raggira e inganna, ferma il lettore e lo fa sprofondare in un gorgo, fino ad arrivare a una verità travolgente.

A volte leggere le ultime pagine di un libro e in particolare i ringraziamenti, ci permettono di capire uno scrittore, perché dietro a delle parole c’è un’anima. Federico Axat è stata una scoperta e la sua scrittura, il suo stile inevitabilmente sono diventati una traccia interessante nel quadro letterario degli ultimi anni.

Editore: Longanesi
Anno: 2019

Barbara Galimberti

About The Author

Da ragazzina ho incontrato per la prima volta un libro, grazie alla maestria di Agatha Christie e i suoi “10 piccoli indiani”, ho iniziato a immergermi nella lettura e il libro piano piano è diventato un grande amico. Prediligo i gialli, i thriller ma leggo libri di qualsiasi genere letterario. Ho amato “La trilogia di K” di A. Kristof, “In un milione di piccoli pezzi” di J. Frey, “Lessico familiare” di N. Ginzburg e molti altri. Nella mia libreria vi sono chiaramente i libri di Agatha Christie ma anche quelli di Kathy Reichs, John Grisham, James Patterson, Franco Forte, Giorgio Scerbanenco, Fulvio Capezzuoli… Sono sempre alla ricerca di nuove letture, nuovi autori e nuove passioni. Leggo ovunque e in qualsiasi momento. “Se mi state cercando mi troverete tra gli scaffali di una biblioteca con in mano un libro.”