Thriller

Lamentation di Joe Clifford, Anno 2018

Lug 23, 2018 C.A. Brera
Trama 98
Suspense 96
Scrittura 100
98
Il nostro voto 98

JAY PORTER – ATTO PRIMO

Lamentation, thriller che inaugura la serie dedicata a Jay Porter, esce negli USA nel 2014. C’è da chiedersi come mai ci siano voluti quattro anni per averlo anche in Italia! Jay -e il suo creatore Joe Clifford- sono una scoperta entusiasmante per gli appassionati di thriller. E non solo. Lamentation è un romanzo completo, narrato alla perfezione: non c’è una parola di troppo (a parte qualche “shit”, ma glielo concediamo) né inutili descrizioni.
Joe Clifford scrive con la sicurezza di chi sa arrivare al sodo, ma non tralascia tutto ciò che serve per rendere appassionante un’atmosfera e speciale un personaggio. Jay Porter speciale lo è, senza alcun dubbio.

Siamo ad Ashton, sperduta cittadina montana nel cuore del New Hampshire, alle pendici della Lamentation Mountain. Un luogo costellato da fattorie, in cui nessuno chiude la porta a chiave e dove tutti, poliziotti compresi, sono stati compagni di scuola o di sbronze adolescenziali. Jay é un giovane uomo, orfano da quando era bambino, che si trova di fronte a un punto cruciale della propria vita; Jenny lo ha lasciato portandosi via il figlio di due anni, mentre suo fratello Chris è un tossicodipendente incapace di restare fuori dai guai. Jay, pur avendo le qualità per aspirare a una vita migliore altrove, non ha mai voluto tagliare il cordone ombelicale con quella comunità a cui è visceralmente legato. Tuttavia lui stesso ammette che Ashton offre un falso senso di protezione.

Quando il socio di Chris viene ammazzato, Jay si trova costretto a prendere in mano la situazione, perchè un fratello è sempre un fratello. Sebbene Jay non sia un investigatore (e non abbia la certezza di voler scoprire tutta la verità), finisce per indagare aiutato dal leale amico Charlie.

Joe Clifford ci offre un’imperdibile opportunità per conoscere un lato diverso, più autentico, grezzo e ruspante, della provincia americana. Non ci sono villette bianche con bandiere a stelle e strisce in giardino. Non troviamo casalinghe ben vestite, né barbecue a bordo piscina o serate al Country Club.
Gli abitanti di Ashton hanno soltanto boschi, birra e locali dozzinali. Però nessuno baratterebbe l’aria gelida di quelle montagne e la solidità di quei paesaggi con qualsiasi altro posto al mondo. Un motivo ci sarà.
Il thriller finisce lasciandoci la voglia di saperne di più. Per fortuna ci sono altri tre romanzi della serie, speriamo di non dover attendere troppo!

Traduzione: Alessandra Brunetti

Editore: Casa Sirio
Anno: 2018