Gialli Contemporanei

La ragazza del club 27 di Mauro Biagini, anno 2020

Gen 13, 2021 Barbara Galimberti
Trama 90
Suspense 81
Scrittura 90
87
Il nostro voto 87

TORNA LA MAGLIAIA PIU’ PERSPICACE DI MILANO

La magliaia più perspicace di Milano ha deciso di rimettersi al lavoro e con lei Mauro Biagini.

Come nei suoi precedenti libri, anche in questo romanzo, l’autore è riuscito a dipingere Milano con i suoi mille colori e le sue meravigliose sfaccettature.

Un caso intrigante e più complesso di quel che si possa immaginare leggendo le prime pagine. Una storia intensa dove solo l’occhio attento di Delia ha potuto sin da subito percepire delle piccole tracce, delle sottili e leggere pennellate, che l’assassino ha cercato di nascondere in un quadro apparentemente perfetto.

“Delia si trascinò sull’uscio e la seguì con lo sguardo, mentre in sella alla sua bicicletta aveva ripreso a zizzagare nel traffico verso un destino che sembrava inesorabilmente sempre più buio”

“La ragazza del club 27” non è solo un romanzo giallo. Dentro la scrittura di Mauro Biagini, si trovano percorsi di vita. Vite luminose e vite ancora spente, ma pronte a illuminarsi. L’autore con colpi di scena, personaggi interessanti e la descrizione di uno spaccato di vita di una ragazza, che con i suoi 27 anni, si ritrova davanti a un importante bivio, accompagna il lettore dentro l’anima di una società con i suoi colori e le sue opacità.

Un libro dalla scrittura semplice e chiara, priva di garbugli di parole, che porta a una lettura piacevole e lo stesso lettore a perdersi tra le pagine. Capitoli brevi, che non appesantiscono la lettura e caratterizzati dai loro stessi titoli, che guidano verso una trama ricca di silenzi e misteri, che solo Delia potrà svelare.

[…] Delia restò immobile e muta per un attimo. Ancora una volta, ci aveva visto giusto. Il suo sesto senso la stava trasformando in un’investigatrice provetta.

Editore: Fratelli Frilli
Anno: 2020

Barbara Galimberti

About The Author

Da ragazzina ho incontrato per la prima volta un libro, grazie alla maestria di Agatha Christie e i suoi “10 piccoli indiani”, ho iniziato a immergermi nella lettura e il libro piano piano è diventato un grande amico. Prediligo i gialli, i thriller ma leggo libri di qualsiasi genere letterario. Ho amato “La trilogia di K” di A. Kristof, “In un milione di piccoli pezzi” di J. Frey, “Lessico familiare” di N. Ginzburg e molti altri. Nella mia libreria vi sono chiaramente i libri di Agatha Christie ma anche quelli di Kathy Reichs, John Grisham, James Patterson, Franco Forte, Giorgio Scerbanenco, Fulvio Capezzuoli… Sono sempre alla ricerca di nuove letture, nuovi autori e nuove passioni. Leggo ovunque e in qualsiasi momento. “Se mi state cercando mi troverete tra gli scaffali di una biblioteca con in mano un libro.”