di punto in bianco
Gialli Contemporanei

Di punto in bianco di Cristina Rava, Anno 2019

Ott 25, 2019 Cristina Panepinto
Trama 80
Suspense 80
Scrittura 80
80
Il nostro voto 80

TUTTO PUO’ ACCADERE NEL ROMANZO DI CRISTINA RAVA

Di punto in bianco la vita può cambiare. Via le certezze, la consolante quotidianità, i progetti per il futuro. Via un figlio, via una moglie, mentre tu, unico superstite, sei costretto a rimanere, chiedendoti il perché.

Già così la realtà sarebbe sufficientemente difficile, ma quando quel perché ha anche un nome e un cognome, allora le cose si fanno ancora più complicate. La solitudine amplifica il dolore, acuisce il rimorso per non essere riuscito a evitare il peggio e fa montare un opprimente bisogno di vendetta.

Questa è la situazione in cui si apre il nuovo capitolo dell’amato duo composto dal medico legale Ardelia Spinola e dall’ (ex) commissario Bartolomeo Rebaudengo. Il lettore li ritrova in una condizione esistenziale molto simile al paesaggio in cui sono immersi, ovvero le Langhe avvolte dei primi freddi, con la nebbia che si avventura sui crinali e i profumi umidi che salgono dalla terra.

Su queste colline incontriamo prima Rebaudengo, deciso a godersi una nuova esistenza fatta di lentezza e quiete, poi Ardelia, impegnata a controllare le proprie inquietudini dietro una cortina di algido distacco. Il loro primo incontro li coglie impreparati. Dopo tanto tempo si studiano schivi e diffidenti, non del tutto convinti di riuscire a collaborare nuovamente a un caso di omicidio. Però un po’ alla volta si annusano, si riconoscono e iniziano a comprendere la nuova versione dell’altro.

La trama intessuta da Cristina Rava è molto ben condotta, perchè l’autrice ama far sentire il lettore padrone degli eventi, per poi spiazzarlo con continui e sorprendenti cambi di rotta. In ogni caso i pensieri e i movimenti interiori dei protagonisti sono il sale con cui è condita questa malinconica storia noir.

La scrittura è pulita, umorale, ironica, e pur nella durezza degli argomenti, tutto il romanzo è avvolto in una dimensione consolatoria, fatta di gente semplice, calde dimore, vino sincero e piatti gustosi.

Editore: Rizzoli
Anno: 2019