animal
Noir

Animal di Sandrine Collette, Anno 2019

Set 16, 2019 Manuel Figliolini
Trama 70
Suspense 59
Scrittura 90
73
Il nostro voto 73

INEDITO IN ITALIA: UN NOIR PSICOLOGICO TRA UOMO E ORSO

Sandrine Collette, scrittrice parigina con all’attivo 6 romanzi, ha dato alle stampe il suo ultimo romanzo Animal con la casa editrice francese Denoël. Pubblicato nella collana “sueurs froides” (sudori freddi) la scrittrice ci regala un noir nel senso più ampio del termine, un romanzo dove non c’è investigazione ma solo un grande tuffo nell’incognita del passato di una donna, Lior.

Un romanzo noir che mette in rapporto il mondo umano e quello animale e gli animali sono il fil rouge del romanzo, prima un orso, poi una tigre. E tanta natura, una descrizione approfondita piena di sensazioni e risvolti psicologici. La costruzione è un continuo alternarsi dei protagonisti, Hadrien, il compagno di Lior, l’orso e Nun. Ad ogni personaggio la scrittrice dedica un capitolo facendo intrecciare fra di loro le singole vicende.

Molto interessanti e degni di nota sono i capitoli che riguardano l’orso, quelli in cui l’animale pensa e agisce, ci si sente veramente nella testa dell’orso che cerca di combattere e scappare da questi uomini che vogliono cacciarlo. Perché è solo durante la caccia che Lior dimentica la sua vita cittadina e tira fuori il suo vero istinto.

Tutto è scritto fin dall’inizio. Dal prologo si riesce ad immaginare la storia e non ci vuole certo Sherlock Holmes per capirlo. Ma le domande che ci pone la scrittrice sono altre, non capire chi è chi, ma cercare di capire quanto la natura agisce sull’uomo, quanto il passato conta nel presente e come ci forma.

Un romanzo pieno di emozioni, tante e forti. Scarno di dialoghi inutili. Incentrato sull’uomo e l’ambiente. Un genere di romanzo che riesce molto bene ai cugini di Oltralpe, non è la prima scrittrice francese che ci porta fuori dai confini dell’Europa per regalarci nuove atmosfere e nuove realtà. Forte sul fronte psicologico dei suoi personaggi (l’orso in primis) dedica la sua opera a quest’aspetto accennando ad aspetti più fisici che servono solamente a distogliere il lettore da un grande viaggio emozionale.

Un romanzo interessante per le ambientazioni e per il profilo psicologico molto importante, da leggere sicuramente.

Et ce qui déclencherait l’alert en elle, curieusement, ne serai pas le premier soir. Le premier soir, cela lui avait paru presque normal, même si elle avait eu un hoquet de surprise sur le coup, parce qu’à cette heure-là, d’habitude, il n’y avait personne dans la forêt. En y réfléchissant, bien sûr que son coeur avait commencé à battre plus fort dès cet instant. Mais elle n’avait pas encore eu peur.

Edizione: Denoël
Anno: 2019