Altre forme di giallo

Furland di Tullio Avoledo, Anno 2018

Apr 19, 2019 Gabriella Pinamonti
Trama 100
Suspense 100
Scrittura 100
100
Il nostro voto 100

IMPERDIBILE FANTAGIALLO AMBIENTATO NEL FRIULI DEL FUTURO

Nel 2035 il Friuli Venezia Giulia è diventato il Furland®, un parco di divertimenti a carattere storico, in cui gli Onorevoli Visitatori possono assistere a rievocazioni  perfettamente ricostruite: Trieste è asburgica, Cividale longobarda, alcuni paesi della Carnia sono in mano ai nazisti o ai Cosacchi; altri paesi  sono villaggi celtici… Ciò che si vende nel Furland® è il passato in tutta la sua ricca declinazione di errori e di orrori. Il turista può giocare senza pericolo con la Storia, “la più grande serial killer di tutti i tempi”.

Vittorio Volpatti, amato Padre della Patria, dopo aver vinto le elezioni nel 2023 con il patto di riqualificare la sua regione, è salito al potere ed ha messo in sicurezza il territorio con la guerra d’indipendenza friulana,  reprimendo il crimine ed espellendo chi non ha un lavoro fisso o non è nato in Friuli. Ha promesso un posto pulito, sicuro, ecologico, autosufficiente dal punto di vista energetico. I friulani devono solo interpretare perfettamente i loro personaggi per divertire i Visitatori. Lo scopo è quello di arricchire la loro terra, ma soprattutto la società – marchio registrato Furland® – che gestisce il Friuli con i soldi di azionisti internazionali.

Nell’Attrazione Kosakenland ’44, durante una ricostruzione di una fucilazione , un personaggio dada/pop si intromette nella recita e la ridicolizzaÈ Zorro  che libera i prigionieri ed umilia le SS urlando: «Friûl libar!».

Francesco Salvador, tenente nazista al suo primo giorno di servizio,voce narrante del romanzo, è stato mandato nel Kosakenland ’44  per fermare il fantomatico Zorro che i suoi superiori non riescono a identificare . Lo accompagna in questa singolare avventura il sosia di Ernest Hemingway.

All’inizio  Francesco è apparentemente distaccato, poi il suo personaggio si rivela positivo e intelligente.
Si impegna alla ricerca del disturbatore e sarà protagonista di una serie di vertiginose avventure e indagini dove nulla è quel che sembra. E’ difficile individuare con esattezza chi è il nemico e, in una ipotetica scacchiera, nero e bianco non bastano, ci sono anche i verdi e gli azzurri.

I colpi di scena si susseguono fino alla sorprendente soluzione del mistero e alla fine Salvador  se ne andrà dal Furland® come un uomo migliore.  

Tullio Avoledo, in un’intervista radiofonica, ha detto che per creare Francesco Salvador si è ispirato al racconto di Ursula K. Le Guin “Quelli che si allontano da Omelas” , dove la felicità degli abitanti del paese di Omelas si basa su un segreto conosciuto da tutti e messo in discussione solo dai pochi che se ne vanno .

L’incipit del romanzo mi ha spiazzato, mi sembrava stravagante; e mi sono sentita ignorante per le mie colossali carenze di Storia… Poi lo stile efficace dei dialoghi e l’intreccio fantastico mi hanno fatto proseguire con vero interesse e non ho mollato il libro fino al finale!

Lo ho poi riletto per cercare di andare oltre al racconto giallo-noir-fantascientifico e cercare di cogliere i parallelismi tra la fantapolitica del Furland e il mondo di oggi dove: “a volte la Storia propone un ruolo, e il primo che si presenta per il casting l’ottiene, indipendentemente dal suo talento. Basta trovarsi al posto giusto al momento giusto….”

La brillante fantasia dell’autore sembra descrivere un mondo distopico, ma molto di quel male futuro sta già crescendo intorno a noi. Il suo magnifico romanzo è piuttosto un’ucronia, una storia immaginaria ma coerente e plausibile, che dà da pensare e vi porta in un futuro dove tutto è falso, ma ciò che appare sembra vero.

Consiglio ai lettori più curiosi la lettura di questo geniale romanzo, fuori dagli schemi e scritto in maniera eccezionale da un autore italiano di altissimo livello!

Tullio Avoledo è nato a Valvasone, in Friuli, nel 1957. Ha esordito nel 2003 con “L’elenco telefonico di Atlantide, romanzo di successoHa poi pubblicato undici romanzi, tra cui “Tre sono le cose misteriose”, con cui ha vinto il Premio Super Grinzane Cavour. Partecipò con due romanzi al progetto “Metro 2033 Universe” di Dmitry Gluchovsky . Il suo terzo romanzo della serie ,”Il Conclave delle tenebre”, è in via di pubblicazione in Russia.

Editore: Chiarelettere
Anno: 2018