Uomini che amano le donne, sfumatura del noir italiano

Uomini che amano le donne, sfumatura del noir italiano

Uomini che amano le donne, sfumatura del noir italiano

Nel 2018, senza essersi minimamente messi d’accordo tra di loro. Senza che nessun sapesse nulla di quello che stava scrivendo l’altro, tre autori italiani hanno pubblicato i loro romanzi affrontando con maestria e sensibilità il complicato tema della donna nella società attuale. 

I tre romanzi, Sara al tramonto di Maurizio de Giovanni, Se la notte ti cerca di Romano De Marco e Lo stupore della notte di Piergiorgio Pulixi. Oltre a riceve un grande consenso di pubblico e critica, hanno colpito in particolar modo le lettrici per la straordinaria capacità che hanno avuto gli autori nel portare avanti una loro personale rivalsa nei confronti di chi invece continua a mettere le donne sotto attacco. Una presa di distanza netta dagli uomini che odiano le donne e che gli stessi autori fanno passare, inevitabilmente e saggiamente, attraverso le loro meravigliose protagoniste.

Non tutti gli uomini odiano le donne, anzi, ci sono uomini che le rispettano profondamente e che tifano per loro. Se poi questi uomini sono anche dei bravissimi scrittori è ancora meglio. Perché il loro messaggio può arrivare con più forza e magari dare vita a un nuovo filone noir. Qualcosa che nel nostro paese mancava, una nuova sfumatura dove l’amore scaturisce prima di tutto dal rispetto. 

Uomini che amano le donne. Un messaggio e un auspicio per tutte le lettrici e per tutti i lettori.

Partendo da questo, le amministratrici della pagina Facebook de I thriller di Edvige in collaborazione con La Bottega del Giallo hanno deciso di omaggiare: Maurizio de Giovanni, Romano De Marco e Piergiorgio Pulixi. E i loro romanzi pubblicati nel corso 2018.  

Un omaggio pensato come condivisione con tutti i lettori della pagina Facebook. I quali potranno esprimere la loro preferenza su uno dei tre romanzi proposti e citati all’interno di questo articolo.

La preferenza dovrà essere espressa entro il 20 novembre prossimo. Un tempo necessario per far leggere tutte e tre le opere e per far conoscere tutti e tre gli autori. Così da poter proclamare il vincitore il prossimo 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

È un primo passo. Una prima volta. Una iniziativa che coinvolge chi scrive e chi legge. Un modo per sentirci tutti uniti contro la violenza.