Dieci piccoli napoletani

Dieci piccoli napoletani

UN GIALLO TRA FILASTROCCHE E PERSONAGGI AMBIGUI

“Era riapparsa all’improvviso, proprio in quel momento, non poteva essere un caso. E quel modo di chiamarmi era solo una coincidenza?”

Quando trama, suspense e scrittura si legano, formando un tessuto pregiato, il lettore rimane coinvolto tra fibre originali e avvolgenti, trovandosi così perso in preziose trine.

“Dieci piccoli napoletani” di Antonio Vastarelli è un romanzo dal carattere prezioso e geniale. L’autore riesce a ingannare il lettore tra filastrocche e personaggi ambigui, che si intrecciano perfettamente nel tessuto narrativo, creando quei disegni e quelle illusioni che permettono quindi di trasportarlo nella tipica trama del libro giallo. Sono le stesse parole che l’autore ha utilizzato, che ingannano il lettore e lo portano a vivere una realtà narrativa parallela, per poi catapultarlo solo sul finire dentro una verità inaspettata.

Il libro si apre subito in un’indagine perfettamente costruita, dove i personaggi sono precisi e attenti ai ruoli a loro attribuiti dall’autore.

Ma quello che rende particolare e originale questo romanzo è lo stile di scrittura che caratterizza Antonio Vastarelli. Una scrittura accesa e vibrante, grazie soprattutto a “schizzi” ironici, che si inseriscono tra i fili intrecciati che legano la storia di “Dieci piccoli napolitani”, rendendo la lettura rilassante e divertente.

Solo pochi anni prima mi sarei scolato una bottiglia di Jack Daniel’s o di vodka, […]. Ma quella sana abitudine, purtroppo, l’avevo persa […]. Fui assalito, però, da un’irresistibile voglia di spaghetti alla carbonara antidolorifici.

Editore: Fanucci
Anno: 2019

4.0Overall Score

Dieci piccoli napoletani

UN GIALLO TRA FILASTROCCHE E PERSONAGGI AMBIGUI “Era riapparsa all’improvviso, proprio in quel momento, non poteva essere un caso. E quel modo di chiamarmi era solo una coincidenza?” Quando ...

  • Trama
    4.0
  • Suspense
    4.0
  • Scrittura
    4.0