milano rovente
Noir

Milano rovente di Alessandro Bastasi, Anno 2019

Apr 23, 2020 Barbara Galimberti
Trama 85
Suspense 80
Scrittura 90
85
Il nostro voto 85

Basta che sali su un autobus o su un treno della metropolitana, cosa vedi? […] vedi facce chine sul proprio cellulare, ciascuna intenta a nutrire e a diffondere il proprio ego sempre più ipertrofico, i propri rancori, scappando via dalle relazioni vere, quelle fatte di parole dirette…”

A volte si è indotti a pensare che leggere un libro significhi necessariamente immergersi in un mondo perfettamente definito.

Se si legge un libro di Alessandro Bastasi non vuol dire solo perdersi in un buon giallo. L’autore ci porta a riflettere, a pensare a quello che ci mostra la vita di oggi. Inevitabilmente leggendo un suo romanzo, ci si sofferma sulle sue parole e queste ci accompagnano anche oltre il libro stesso.

Essere un bravo autore vuol dire lasciare una traccia nella memoria del lettore. Alessandro Bastasi ha la capacità di lasciare quel segno che permette di ricordare la sua scrittura. “MILANO ROVENTE” è un libro caldo, pieno di ritmo che vivi grazie ai brevi capitoli e al suo stile tecnico e pulito. Una scrittura ricercata nella terminologia, ma semplice nella lettura e comprensione.

Loro lo osservano, esitanti. Li scuote il fischio che segnala l’arrivo della roba […] Lì vicino un ragazzo seduto su uno zaino verde, in cerca della vena sul dorso della mano, guarda la scena con occhi offuscati […]

Come nel suo precedente libro “Notturno metropolitano”, anche qui l’autore fotografa Milano con i suoi lati oscuri. Il commissario Ferrazza, l’ispettore Ceolin e l’investigatore Montanari si ritrovano a indagare nel buio milanese dove droga e violenza prendono il sopravvento e dove è difficile anche per lo stesso Ferrazza identificare quella sottile linea che divide i buoni dai cattivi, il bene dal male.

Adesso però l’aria era ferma, immobile e rovente.

In una estate calda, rovente, la vita si ferma, ma la morte cammina e Ferrazza va avanti perché deve trovare una risposta in una rete fitta di sospettati e di alibi perfetti e dove le relazioni umane, buone o cattive che siano, racchiudono la verità, anche quella più scomoda, difficile da accettare.

Le altre recensioni di Alessandro Bastasi: Morte a San SiroNotturno metropolitano

Editore: Frilli editore
Anno: 2019

Barbara Galimberti

About The Author

Da ragazzina ho incontrato per la prima volta un libro, grazie alla maestria di Agatha Christie e i suoi “10 piccoli indiani”, ho iniziato a immergermi nella lettura e il libro piano piano è diventato un grande amico. Prediligo i gialli, i thriller ma leggo libri di qualsiasi genere letterario. Ho amato “La trilogia di K” di A. Kristof, “In un milione di piccoli pezzi” di J. Frey, “Lessico familiare” di N. Ginzburg e molti altri. Nella mia libreria vi sono chiaramente i libri di Agatha Christie ma anche quelli di Kathy Reichs, John Grisham, James Patterson, Franco Forte, Giorgio Scerbanenco, Fulvio Capezzuoli… Sono sempre alla ricerca di nuove letture, nuovi autori e nuove passioni. Leggo ovunque e in qualsiasi momento. “Se mi state cercando mi troverete tra gli scaffali di una biblioteca con in mano un libro.”