Noir

L’ombra del passato di Stefano Sciacca, Anno 2020

Nov 23, 2020 C.A. Brera
Trama 98
Suspense 95
Scrittura 95
96
Il nostro voto 96

UN NOIR DALL’ARCHITETTURA PERFETTA

Nella grigia Torino del Dopoguerra, Artusio è un uomo di mondo: disincantato e ironico, colto e grossier al tempo stesso, poetico e cinico, dotato di una personale forma di sensibilità che lo rende obiettivo nei confronti della vita. Artusio è un investigatore e spesso bivacca tra un fumoso jazz club dal nome “genial-demenziale” partorito dalla partigianeria fascista (Fortebraccio Jazz Club, ovvero la traduzione italiana del cognome Armstrong) e il proprio studio, dove una solerte segretaria – che lui chiama “angelo” o “tesoro” – si prende cura di lui:

“Agnese. La nostra segretaria. Ma, in effetti, è molto di più. O pretende d’esserlo. Protettiva quanto la mia povera vecchia, si è imposta di rimettermi al mondo; insegnandomi le buone maniere ed educandomi a uno stile di vita quantomeno decente. Non si può definire una bellezza. Però è fedele e sa cucinare. E non riesco proprio a immaginare cosa chiedere di più a una donna. Forse un giorno, quando sarò troppo stanco e ragionevole per proseguire questo sporco lavoro, la sposerò. E allora ci ritireremo in campagna. Via dai gas velenosi; del cimitero di cemento in cui siamo nati. Ma, fino ad allora, occorre guadagnare il diritto a sopravvivere nella jungla d’asfalto.”

D’altronde siamo molto lontani dai tempi del #metoo e in un noir che si rispetti ci vuole un po’ di tutto ciò che oggi è considerato inopportuno. Il genuino machismo, tipico di questo genere letterario, è anche un elemento caratteristico del periodo storico in cui il romanzo è ambientato, e di cui l’autore offre un interessante spaccato.

La trama di svolge con molta agilità e non tradisce le atmosfere noir, pur trovando spazio anche nel giallo. Probabilmente l’autore si rifà al grande Leo Malet, maestro che ha gettato le fondamenta del noir moderno. Riuscire a progettare e sviluppare un meccanismo credibile non è così scontato, soprattutto quando lo si ambienta nel passato. Nel caso di questo romanzo, l’obiettivo è stato pienamente raggiunto.

Editore: Mimesis
Anno: 2020