Gialli Contemporanei

La congregazione di Alessandro Perissinotto, anno 2020

Ott 14, 2020 Manuel Figliolini
Trama 90
Suspense 84
Scrittura 90
88
Il nostro voto 88


NELL’ULTIMO THRILLER DI PERISSINOTTO LA RIEVOCAZIONE DI UNA STRAGE

Alessandro Perissinotto è una garanzia. E anche in questo thriller edito da Mondadori, lo scrittore non delude. Una storia ambientata a Frisco dove Elisabeth, una bella cinquantenne, viene reclusa nella casa della zia morta agli arresti per guida in stato di ebbrezza.

Ma la sua vita, o galera, a Frisco nasconde un tuffo nel passato e precisamente a quarant’anni prima, quando la sua famiglia decise di seguire il reverendo Jim Jones a Jonestone, città fittizia in Guyana. Una trama serrata narrata in tre tempi principali, Adesso, Quarant’anni prima ed un conto alla rovescia che ci porta dall’arrivo di Elizabeth a Frisco fino ad oggi. Un escalation di forti emozioni che ci portano alla protagonista in fuga. Ma da chi? Dal suo passato che è tornato?

Una suspense gestita alla thriller che ci racconta dei pezzi di vita di Elizabeth fino all’oggi e all’epilogo di una brutta vicenda nella quale la protagonista ha perso entrambi i suoi genitori. Un romanzo che prende spunto da un accadimento tragico e reale. La creazione del villaggio Jonestone, dove molte persone nel 1978, hanno seguito il reverendo Jim Jones che brandendo un’interpretazione molto personale della Bibbia, li ha condotti al più grande suicidio collettivo e volontario.

Un America che fatica a riprendersi dalla setta di Charles Manson e dalla sua tragedia, si trova a confrontarsi nuovamente con una mente distorta che riesce a convincere le persone nelle loro fragilità.

Alessandro Perissinotto, nella sua capacità narrativa, riesce a raccontarci dei fatti realmente accaduti mischiandoli alla fiction senza perturbare gli accadimenti reali. Scritto con mira e senza troppi giri di parole, Perissinotto ci mostra il romanzo nudo senza privarci di molti colpi di scena che continuano a cambiare il corso della vicenda. Molti interessanti anche le modalità con il quale lo scrittore ci racconta un fatto vero senza diventare cronista, ma narratore.

Un thriller consigliato anche se personalmente, che amo molto il genere dove realtà incontra la fiction, avrei voluto sicuramente saperne di più di Jim Jones. Ma nessuno ci vieta di approfondire se ci incuriosisce.

Nel buio del suo nascondiglio, Elizabeth sente che la vita sta gocciolando via da lei, come i candelotti di ghiaccio che pendono dal cornicione della casa abbandonata e che sciogliendosi, con un ticchettio inesorabile sulla copertura di lamiera della rimessa, scandiscono il ritmo delle sue ultime ore. E accoglie quelle gocce con una rassegnazione di cui, fino a poco prima, non si sarebbe creduta capace.

Editore: Mondadori
Anno: 2020