Gialli Contemporanei

La confraternita dei Sikuri di Massimo Fagnoni, Anno 2019

Ott 06, 2020 Barbara Galimberti
Trama 80
Suspense 80
Scrittura 80
80
Il nostro voto 80

UNA RAGNATELA PERVERSA DI CUI E’ DIFFICILE LIBERARSI

Per ogni casa editrice è importante poter contare su una serie di autori con i quali instaurare un rapporto solido e duraturo, per legarsi anche al lettore e diventare così un punto di riferimento.

Massimo Fagnoni è sicuramente un cavallo vincente per la casa editrici “Fratelli Frilli”. L’autore infatti ha già pubblicato alcuni suoi libri con la famosa casa editrice ligure ed è anche una firma molto amata dai lettori.

Con “La confraternita dei Sikuri” Massimo Fagnoni ci riporta nelle indagini nere e cupe dell’investigatore Galeazzo Trebbi e del commissario Guerra.

Trebbi la conosce l’ansia, quella che si mescola all’angoscia e toglie energie calando le persone in un pozzo nero e profondo senza via d’uscita…

Un inizio travolgente e dai toni forti che spinge il lettore a immergersi immediatamente nel corpo di questo romanzo.

Il mondo oscuro della droga e la sparizione di alcune donne conducono i protagonisti in una ragnatela perversa, costruita meticolosamente dalla quale risulta difficile liberarsi. Lo stesso lettore si ritrova imprigionato nelle parole di Massimo Fagnoni.

Quale oscuro legame imprigiona i membri della confraternita dei Sikuri?

Michele decise quella sera che io sarei diventato parte di un suo nuovo gioco…

Una scrittura interessante, veloce e una trama ricca di particolari e di ritmo, rendono questo romanzo leggibile velocemente e perfettamente fruibile. Una narrazione che dà carattere ai personaggi e rende vivibile i diversi ambienti descritti e che porta il libro a essere brillante e coinvolgente.

Editore: Fratelli Frilli
Anno: 2019

Barbara Galimberti

About The Author

Da ragazzina ho incontrato per la prima volta un libro, grazie alla maestria di Agatha Christie e i suoi “10 piccoli indiani”, ho iniziato a immergermi nella lettura e il libro piano piano è diventato un grande amico. Prediligo i gialli, i thriller ma leggo libri di qualsiasi genere letterario. Ho amato “La trilogia di K” di A. Kristof, “In un milione di piccoli pezzi” di J. Frey, “Lessico familiare” di N. Ginzburg e molti altri. Nella mia libreria vi sono chiaramente i libri di Agatha Christie ma anche quelli di Kathy Reichs, John Grisham, James Patterson, Franco Forte, Giorgio Scerbanenco, Fulvio Capezzuoli… Sono sempre alla ricerca di nuove letture, nuovi autori e nuove passioni. Leggo ovunque e in qualsiasi momento. “Se mi state cercando mi troverete tra gli scaffali di una biblioteca con in mano un libro.”