Gialli Contemporanei

Ingannando s’impara di Riccardo Landini, Anno 2018

Apr 10, 2019 Barbara Galimberti
Trama 70
Suspense 70
Scrittura 70
70
Il nostro voto 70

L’ATTO FINALE DELLA TRILOGIA DI BRENNO

Ritrovare Riccardo Landini e la sua scrittura è sempre interessante. Il suo stile ritmico è unico. Il gioco dei dialoghi brevi e veloci rende i suoi libri particolari e di piacevole lettura.

Il romanzo mostra chiaramente lo schema narrativo caratteristico dell’autore: la trama serrata, pochi personaggi magistralmente inseriti nel loro ruolo e un’ambientazione tipicamente noir. Un Natale solitario, il freddo dell’inverno e una nebbia che a tratti inganna il lettore, sfuocando le immagini e la verità.

Il tempo passa, i ricordi sbiadiscono, ma non ci abbandonano anzi trovano spazio dentro di noi. Ed è così per Brenno, il protagonista, segnato da un passato doloroso, che cerca di rimettere a posto i tasselli di una vita, insieme a un dolore dal quale non si può scappare.

E’ il contatto con la malvagità umana che mi crea un malessere interiore, che mi spinge a isolarmi, a restare da solo.

Rapimento? Fuga? Morte? Quando le ombre di un passato entrano in modo impetuoso nella vita del protagonista, il silenzio e la solitudine svaniscono per una ricerca affannosa di quella risposta che porterà Brenno a diventare un perfetto investigatore, mettendo in gioco sé stesso.

Talora mi sembra d’essere il protagonista di un romanzo giallo, uno stupido personaggio di carta, sballottato qua e là dalla fantasia dell’autore […]

È un romanzo che funziona, tiene noi lettori con il fiato sospeso e l’autore riesce a mostrarci tutta la storia con gli occhi e la mente del protagonista forse, a volte, ingannandoci un pochino. Ma si sa: ingannando si impara.

Editore: Cento Autori
Anno: 2018

Barbara Galimberti

About The Author

Da ragazzina ho incontrato per la prima volta un libro, grazie alla maestria di Agatha Christie e i suoi “10 piccoli indiani”, ho iniziato a immergermi nella lettura e il libro piano piano è diventato un grande amico. Prediligo i gialli, i thriller ma leggo libri di qualsiasi genere letterario. Ho amato “La trilogia di K” di A. Kristof, “In un milione di piccoli pezzi” di J. Frey, “Lessico familiare” di N. Ginzburg e molti altri. Nella mia libreria vi sono chiaramente i libri di Agatha Christie ma anche quelli di Kathy Reichs, John Grisham, James Patterson, Franco Forte, Giorgio Scerbanenco, Fulvio Capezzuoli… Sono sempre alla ricerca di nuove letture, nuovi autori e nuove passioni. Leggo ovunque e in qualsiasi momento. “Se mi state cercando mi troverete tra gli scaffali di una biblioteca con in mano un libro.”