Thriller

Cerco te di Mauro Mogliani, Anno 2018

Mag 22, 2020 Barbara Galimberti
Trama 95
Suspense 95
Trama 95
95
Il nostro voto 95

IL SUO NOME E’ NESSUNO

“Il gioco è iniziato.” Così leggiamo in quarta di copertina. Ed è proprio questo gioco letterario che caratterizza la scrittura di Mauro Mogliani.

L’autore con il suo romanzo “Cerco te” fa entrare nel gioco il lettore stesso e lo avvicina contemporaneamente al killer e all’ispettore Nardi. Due figure perfette che si contrappongono e completano in una trama serrata, avvolgente e disarmante.  La dinamicità del libro è scandita dalla struttura del testo, che non prevede una suddivisione classica in capitoli, ma in giorni e orari, portando quindi a una lettura veloce, potente, perché il tempo scorre troppo velocemente.

“La donna apre gli occhi nel buio della stanza […] si rende subito conto che il corpo è bloccato: polsi, caviglie, bacino. Un foulard nero le imbavaglia la bocca. […] Non riesce a capire come sia accaduto; meno che mai, riesce a capire il perché. Ricorda bene con chi si trova.”

“Nessuno” si è messo a giocare. Il lettore deve e vuole capire chi sia “Nessuno” e chi sta sfidando l’ispettore Nardi. È un killer consapevole delle sue scelte, è intelligente, preciso e impone le sue regole. C’è una perfetta costruzione di un percorso di morte. È un gioco perverso al quale il lettore è stato invitato. Le vittime hanno bisogno di una risposta alle loro domande, ma che cosa unisce le vittime del serial killer?

Una scrittura veloce, dal forte ritmo che porta a mantenere viva l’attenzione dalla prima all’ultima pagina. Un libro perfetto per chi ama i thriller di forte impatto.

In poco più di 170 pagine è racchiusa una storia potente, che non sbiadisce nella mente del lettore. Ma per conoscere l’autore e capire come sia riuscito a collocare e a far vivere perfettamente e allo stesso tempo le identità e i pensieri dell’ispettore Nardi e del killer, è bene soffermarsi anche sulla nota di Mauro Mogliani, nelle ultime pagine del libro, perché un libro non fa vivere solo i personaggi, ma fa comprendere appieno anche la personalità dello stesso scrittore.

Editore: Leone
Anno: 2018

Barbara Galimberti

About The Author

Da ragazzina ho incontrato per la prima volta un libro, grazie alla maestria di Agatha Christie e i suoi “10 piccoli indiani”, ho iniziato a immergermi nella lettura e il libro piano piano è diventato un grande amico. Prediligo i gialli, i thriller ma leggo libri di qualsiasi genere letterario. Ho amato “La trilogia di K” di A. Kristof, “In un milione di piccoli pezzi” di J. Frey, “Lessico familiare” di N. Ginzburg e molti altri. Nella mia libreria vi sono chiaramente i libri di Agatha Christie ma anche quelli di Kathy Reichs, John Grisham, James Patterson, Franco Forte, Giorgio Scerbanenco, Fulvio Capezzuoli… Sono sempre alla ricerca di nuove letture, nuovi autori e nuove passioni. Leggo ovunque e in qualsiasi momento. “Se mi state cercando mi troverete tra gli scaffali di una biblioteca con in mano un libro.”