Altre forme di giallo

Angeli e Diavoli di Marcello Simoni, anno 2021

Feb 16, 2021 Antonia Del Sambro
Trama 100
Suspense 85
Scrittura 100
95
Il nostro voto 95

L’OBBEDIENZA E LA RIBELLIONE

Tutti i sabati, circa l’ora nona, si vedono in certa valle, uccelli neri, e brutti di sulfurea fuliggine …Stimano taluni siano essi anime tormentante, oppure demoni.

Angeli e Diavoli, ultima fatica letteraria di Marcello Simoni, è un libro di “conoscenza”, uno di quei libri che si leggono per diletto e piacere per la lettura, ma che insieme insegnano e istruiscono.

La casa editrice Einaudi ha chiesto esplicitamente all’autore questo libro per continuare il suo progetto editoriale della collana Versus che accoglie temi e personaggi in antitesi tra loro.

E così in questo libro di Simoni dalla ribellione degli angeli più importanti e vicino a Dio, fino alle credenze popolari su spiriti maligni, donne diavolesse e cherubini protettori, il lettore si immerge completamente in una narrazione colta e fittissima dove il confine tra il Bene e il Male appare quasi sempre caduco e i patti o i compromessi tra gli esponenti dell’una o dell’altra fazione non così insoliti.

Simoni, storico, bibliotecario e archeologo, mai come in questo libro, incanta i lettori con il suo sapere conducendoli in percorsi impressionabili di demoni, streghe, angeli guerrieri ed essenze celesti e insieme in percorsi geografici e di cammino e scoperta. Dalla Mesopotamia al Gargano, dalla Francia al centro Italia, dalle antiche terre di re Salomone al cuore dell’Europa.

Angeli e Diavoli parte da un assunto che raramente si incontra quando si affronta l’argomento su il Bene e il Male: ovvero Lucifero, detto poi Satana o il Maligno non diventa un demone perché nasce cattivo o lo diventa ribellandosi al Creatore. Lucifero, in realtà, precipitando sulla terra e quindi allontanandosi dalla Luce di sapienza e conoscenza del Divino, acquisisce bruttura e malvagità per separazione e distacco dal Sommo Bene.

Un concetto di sottrazione che viene spinto dall’autore in un assunto universale. Gli esseri umani, pertanto, sono fallaci e soggetti al Male per l’enorme lontananza che li allontana dal Bene supremo. Mentre gli angeli o le entità che possono godere della vicinanza o dell’influenza con il Divino hanno benefici e poteri preclusi a tutti gli altri.

Quando Lucifero precipita insieme agli altri angeli ribelli dà vita a nuove specie di creature infernali e semi umane proprio sulla Terra. Da qui una nuova genia di mostri e di spiriti che seminano distruzione e malvagità. Ma perché Dio permette tutto questo? Perché non distrugge il Male? Perché non invia le sue schiere di angeli guerrieri a fermare e annientare i Diavoli?

Perché c’è un equilibrio nella Creazione, perché a volte anche gli stessi angeli più luminosi e fedeli al Bene possono peccare di presunzione e di superbia  e questo libro di Simoni lo spiega pagina dopo pagina in una narrazione affascinante e spaventosa, corredata da bellissimi disegni presi dalle chiese e dai luoghi di culto più rappresentativi al mondo e che insieme alla precisa e meravigliosa scrittura dell’autore rendono questo lavoro letterario tra i più originali della narrativa italiana degli ultimi anni.

Altre recensioni di Marcello Simoni: La selva degli impiccati, La prigione della monaca senza volto.

Editore: Einaudi
Anno: 2021