Noir

Anche gli assassini leggono Foscolo di Luca Neri, Anno 2018

Apr 03, 2019 Mario Tocci
Trama 84
Suspense 90
Scrittura 90
88
Il nostro votoq 88

AVVINCENTE, POCO SCENOGRAFICO, ELEGANTEMENTE FORBITO, INTROSPETTIVO

Sono questi gli aggettivi con i quali è possibile riassumere le caratteristiche del noir d’esordio del giovane giornalista cagliaritano Luca Neri dal titolo Anche gli assassini leggono Foscolo, edito nel dicembre 2018 dalla GIA di Giorgio Ariu.

L’articolato narrativo si snoda attraverso l’excursus degli omicidi compiuti da un innominato protagonista, amante della poesia foscoliana (donde il titolo) e killer per amore in quanto uccisore delle proprie tre vittime nell’arco di diciassette anni onde cristallizzare nell’eternità l’intenso rapporto (rispettivamente di amicizia, devozione para-filiale e amore) con ciascuna di esse.

Il libro è avvincente perché lascia il lettore nella diuturna curiosità di individuare i malcapitati destinatari dei delitti di volta in volta preannunciati, ma è poco scenografico in quanto quasi del tutto privo di descrizioni di luoghi e ambienti di contesto.

Nondimeno siamo al cospetto di un’opera elegantemente forbita e densa di metafore, che tuttavia rischiano di attrarre il lettore più colto ed esigente ma di allontanare quello meno attrezzato culturalmente.

Vieppiù è preponderante il carattere introspettivo laddove tutti i crimini sono motivati e giustificati alla luce delle pulsioni emotive del loro autore. Esiguo il numero dei comprimari: una vecchia zia, i genitori, la madre della compagna del protagonista.

Purtroppo si riscontrano alcuni errori di coordinamento testuale: a pagina 35 l’arresto conseguente al primo omicidio è eseguito dai Carabinieri, che però nella pagina successiva conducono il reo in Questura; a pagina 60 gli occhi di Elsa (il lettore scoprirà di chi si tratta) sono verdi, salvo diventare castani a pagina 80.

Nel complesso, consigliabile al prototipo di lettore altamente scolarizzato. Climaticamente adatto ai pomeriggi domenicali d’inverno.

Musica ritenuta opportuna: Fabrizio De Andrè (Dolcenera, scelta per i suoi ritmi incessanti e regolari).
Bevanda suggerita: Malvasia di Bosa (eccellente passito sardo)
Cibo: Torrone di Tonara (località del Nuorese)

Editore: GIA Editore
Anno: 2018