Noir

Tango Down di Livia Sambrotta, Anno 2017

Giu 28, 2017 Manuel Figliolini
Trama 70
Suspense 70
Scrittura 70
70
Il nostro voto 70

In realtà, Alexis ha deciso di aspettare per rimanere fedele agli insegnamenti degli animali. La natura, quando viene depredata, sa riprendersi quello che le spetta con l’impeto della catastrofe. Per abbattere almeno un elemento del branco nemico, quello apparentemente più forte, gli animali raramente attaccano da soli. E lei non ha mai avuto nessuno su cui fare affidamento.

Tutto inizia in Colombia, e con una linea sottile s’incontra con la Sardegna, precisamente Quartu Sant’Elena. Gli Spodestati, un gruppo di adolescenti hacker sta organizzando la prima hacknight. Elisa, sedicenne del gruppo gli Spodestati, scompare misteriosamente proprio la notte del loro cyber attacco. Fabio, in terra sarda da poco, conosce Marianna, amica di Elisa e decide, insieme alla barista, di ricercare l’amica Elisa scomparsa. Che fine ha fatto Elisa, mentre la polizia scandaglia le vite adolescenziali, Fabio e Marianna si trovano in pieno al centro della ricerca.

Livia Sambrotta confeziona un noir sociale accattivante ed eclettico, dove la natura e la vita dei protagonisti si mescolano in una trama ben congegnata. La tratta degli uomini in Colombia, la protezione delle proprie terre, il disagio adolescenziale e le complicazioni familiari sono i temi sociali che Livia inserisce nel suo romanzo. Degna di nota è la scrittura a servizio di una natura prepotente e che torna nel romanzo a cadenza fissa.

I personaggi sono delineati con occhio psicologico ed i sentimenti vengono messi sul banco della vita. I tre ragazzi, provenienti da famiglie problematiche e non, sono inseriti in un contesto classico adolescenziale dal quale loro si staccano per difendere ideali territoriali desueti per la loro giovane età. L’ambientazione sarda avvolge il romanzo di una natura incontaminata che a sua volta avvolge le persone ed i sentimenti.

La suspense c’è,  e l’assenza d’indizi evidenti porta il lettore ad una ricerca del finale in maniera spasmodica, in alcuni momenti prevaricatrice del testo. Un romanzo dai temi forti, che risultano efficaci dalla penna femminile di Livia Sambrotta. L’autrice colpisce nel segno dando una svolta psicologica ai personaggi molto forte, creando un rapporto intenso con il lettore.

Il finale, che potremmo definire semi-aperto (leggete il libro e ne converrete con me) ricollega tutto, come dovrebbe fare un giallista esperto e lascia ancora qualcosa di sospeso che prelude ad una prossima avventura. Ma allora tutte queste paure che ci sono in “Tango Down” e che fanno parte della nostra società, troveranno riposo?

Un romanzo da leggere e che vi farà venire voglia di dire alla scrittrice: quando il prossimo? Buona lettura

Musica consigliata: When the wild roses grow di Nick Cave. Per l’Elisa del romanzo che ha Molto in comune con l’Elisa Day di Nick.

Edizione: Pendragon
Anno: 2017