Thriller

Le spose sepolte di Marilù Oliva, Anno 2018

Ott 01, 2018 Antonia Del Sambro
Trama 85
Suspense 85
Scrittura 70
80
Il nostro voto 80

LA SCRITTRICE MARILU’ OLIVA USA LA FANTASIA PER FARCI VEDERE LA REALTA’

La poliziotta protagonista è Micol Medici, giovane ispettrice chiamata a indagare sulla morte di molti uomini da parte di un serial killer che li obbliga prima a confessare dove hanno sepolto le ossa delle loro povere mogli e poi li uccide. Sì perché tutti loro, pur sospettati di aver ammazzato e fatto sparire i corpi delle proprie spose, sono stati tutti assolti nei tribunali per mancanza di prove. Intanto, delle povere donne scomparse nel nulla e mai più ritrovate nessuno si cura più, nessuno le cerca e il loro numero sembra aumentare di anno in anno.

Micol Medici inizia a seguire questa pista e a cercare di collegare la morte degli uomini con la sparizione delle loro spose fino a giungere a un piccolo paese dell’Appennino bolognese, una vera roccaforte delle donne, con una giunta tutta al femminile e circondato da elementi naturali che ne fanno quasi un territorio a sé stante.

Monterocca nasconde misteri e segreti e qui si trova anche la sede di una azienda farmaceutica che produce il potente anestetico che il killer usa come siero della verità per far confessare gli uomini che cattura. È tutto collegato allora e chi sono i veri mandanti? La giovane ispettrice Medici si ritroverà a scoperchiare più di una verità nascosta e a inoltrarsi in una realtà chiusa e isolata dove più si avvicinerà alla verità e più rischierà la vita.

La cronaca attuale sembra essere il leit motiv dell’ultimo romanzo di Marilù Oliva anche se in realtà nel thriller c’è molto di più. C’è sicuramente, da parte di tanti, il desiderio di giustizia e di vendetta per torti e errori che sembrano accompagnare alcune sentenze italiane, il dolore e la rabbia dei familiari delle vittime e la domanda costante dell’opinione pubblica che si chiede incessantemente dove sono andate a finire tutte queste povere donne.

Seduta sullo sgabello della sua postazione, la ragazza si spostò la folta chioma rossa tutta da una parte, quindi prese la chiave della stanza, inserì nel portachiavi quella dell’ingresso e fece dondolare il mazzo davanti alla poliziotta.

Le spose sepolte è un una meravigliosa occasione per riflettere sui fatti di cronaca e sulla condizione femminile nel mondo in una società che moderna si definisce solo a parole, sul moto di esasperazione che conduce a farsi giustizia da soli sbagliando e facendo del male di conseguenza, sulla perdita di fiducia nella equità della Legge e insieme sull’esigenza di dare pace alle vittime.

Nel libro, allora, si riporta il tutto nella giusta ottica razionale attraverso il personaggio di Micol Medici che lotta per la verità e persegue la giustizia restando retta e ancorata ai suoi principi morali e di ruolo. È lei che scuote il lettore dalla storia romanzata e lo riporta nello stato di diritto dove ai colpevoli spetta la punizione giusta sempre e comunque.

Monterocca è una invenzione letteraria e così deve restare per il semplice piacere della lettura.

Edizione: Harper Collins
Anno: 2018