Thriller

La forza della natura di Jane Harper, Anno 2018

Set 05, 2018 C.A. Brera
Trama 100
Suspense 100
Scrittura 100
100
Il nostro voto 100

SUSPENSE SENZA TREGUA NELLA FORESTA AUSTRALIANA

Dimenticate le spiagge soleggiate e il blu dell’oceano. Jane Harper, autrice britannica naturalizzata australiana, ci conduce nel punto più freddo e cupo dell’Australia, il Giralang Ranges. Un’intricata e piovosa foresta composta da alberi della gomma ed eucalipti, i cui rami si annodano inghiottendo il visitatore e celando qualunque segreto esso porti con sé. Da sempre i boschi esercitano un potente fascino sull’uomo: i misteriosi suoni della natura, le prorompenti cascate, le inaspettate radure da cui è possibile ammirare le stelle…

Non tutti ricordano però che questo luogo incontaminato è stato macabro teatro di una serie di delitti: nella profondità della foresta, un folle di nome Martin Kovac uccideva giovani donne. Il corpo dell’ultima vittima non è mai più stato ritrovato. Cinque escursioniste perdono il sentiero e rimangono intrappolate per alcuni giorni nella fitta boscaglia. Quattro di esse ritrovano la strada mentre la quinta rimane dispersa. Si tratta di Alice Russell, la più odiata del gruppo. Le donne sono colleghe tra loro, lavorano alla BaileyTennants, una nota società con sede a Melbourne. I rapporti sono tesi: rancori presenti e passati avvelenano la gita aziendale fin dai primi istanti. Alice è aggressiva e piena di sé, lo è sempre stata.

Quando le quattro campeggiatrici riescono a raggiungere i soccorsi sono ferite e sotto shock, non sanno spiegare alla polizia dove la collega possa essere finita. Aaron Falk e Carmen Cooper sono agenti federali specializzati nelle indagini finanziarie. Non rincorrono i delinquenti con la pistola in mano ma li inchiodano grazie alle carte, ai conti, ai contratti. Falk e Carmen tagliano la testa al mostro; senza fondi e rete di copertura nessuna organizzazione criminale può sussistere. Alice Russell stava collaborando con loro, era stata costretta a fornire informazioni di nascosto e non poteva più tirarsi indietro. Avrebbe dovuto procurare a Falk dei documenti che avrebbero smascherato gli affari sporchi della Bailey. La consegna era prevista proprio dopo l’escursione nel Giralang. Ma molti altri segreti percorrono i sentieri della foresta…

L’autrice di questo thriller è abile come un giocoliere. Tiene in piedi molti scenari, alimentando la suspense a ogni riga. Jane Harper scava nella psicologia dei personaggi da una parte per renderli più umani, dall’altra per insinuare il sospetto su ciascuno di loro. Tutti nascondo qualcosa. Anche Falk. Il poliziotto (già presente nel precedente romanzo della Harper) è dotato di grande sensibilità e senso di responsabilità, però sembra perennemente turbato dal proprio passato. Falk risulta a disagio ovunque lo si metta. Per questo motivo suscita tenerezza, persino nell’avvenente collega Carmen.

Come i protagonisti, il lettore è rapito dal sinistro magnetismo della foresta, una sensazione di allarme pervade ogni attimo di questo thriller in cui i caratteri contrastanti dei personaggi rappresentano già di per sé un pericolo. Gli esseri umani, di fronte a certi istinti primordiali, sono disposti a tutto. Non c’è scampo nel Giralang. Tuttavia, neppure lo spietato e competitivo mondo di Melbourne concede facilmente tregua…

Traduzione: Claudia Valentini

Editore: Bompiani
Anno: 2018