Quando nacque La Bottega del Giallo non volevamo soltanto segnalare, agli amanti del genere giallo/noir, quali romanzi leggere secondo una nostra scala di valori, ma volevamo che questo genere fosse visto come letteratura, con i suoi canoni certo, ma che non fosse vista come una lettura sciacqua cervelli o pornografia da ombrellone. Tecla conobbe La Bottega, la libreria era già chiusa e lei aveva creato la collana Impronte per Todaro Editore, e le piacque molto. Forse se non fosse stato così, oggi noi non saremmo quello che siamo. La Todaro Editore fu una delle prime case editrici a credere ne La Bottega e l’accoppiata Dozio-Todaro (in ordine alfabetico) ne è stata fautrice inconsapevole del successo.

La scomparsa di Tecla, oltre al vuoto umano, creò sicuramente un vuoto culturale. In un momento storico come quello attuale, bisogna ridare valore alla cultura e diffonderla in tutte le maniere possibili e con tutti i mezzi. Ed è all’incrocio di queste necessità che nasce La Sherlockiana, omaggiare Tecla Dozio e diffondere un genere letterario in maniera diversa dal consueto.

La Sherlockiana non è il solito festival, non cerca di parlare agli altri con classicità, ma cerca d’innovare la comunicazione tra lettore e libro. La ricerca è alla base della costruzione de La Sherlockiana che si sviluppa su due giorni, il 29-30 settembre 2018, con dei fil rouge che percorrono le singole giornate. La manifestazione si svolgerà in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Milanese e La Biblioteca Cassina Anna di Bruzzano, luogo dell’evento.

Sabato 29 settembre la giornata sarà dedicata alla romanzo dall’arrivo in casa editrice come bozza di scrittore fino all’uscita dello stesso nelle librerie, il tutto attraverso due incontri pomeridiani che nella giornata vedranno scrittori e case editrici, pr, blogger e librai confrontarsi.

Il giorno seguente domenica 30 settembre invece le tavole rotonde verteranno sul “ruolo delle donne nel romanzo giallo” e come un romanzo riuscito passa “dalla cellulosa alla celluloide”. Incontri intensi che si legheranno tra loro tramite con una cena il sabato sera a base di buona cucina e buona compagnia capitanata dagli scrittori Massimo Carlotto e Carlo Lucarelli, ospiti della prima cena con autore de La Sherlockiana.

Ecco qui il programma: Locandina 

Non il solito festival ma una grande festa con i romanzi gialli al centro, protagonisti insieme al buon vino, alla buona cucina e alla musica, come avrebbe amato Tecla Dozio. La manifestazione è organizzata da Daniela Basilico, Veronica Todaro e Manuel Figliolini in collaborazione con la Biblioteca Cassina Anna di Milano, nella persona di Sergio Cucci.

Sostenitori dell’evento: La Bottega del Giallo (blog), Todaro Editore, Signore si diventa (rivista online), la libreria Il covo della Ladra, l’Admiral Hotel di Milano, Azienda Agricola Montelio (Oltrepò Pavese)

Per maggiori informazioni potete rivolgervi a: lasherlockiana@gmail.com tel. 335.6219460 – 366.1779672