Altre forme di giallo

I sotterranei del Majestic di Georges Simenon, Audiolibro

Giu 11, 2018 Roberta Ghirardi
Trama 85
Suspense 84
Interpretazione 95
88
Il nostro voto 88

Letto da: Giuseppe Battiston

Ennesima indagine del Commissario Maigret e forse una tra le più intricate ed appassionanti. Nei sotterranei di un lussuoso hotel, il Majestic, si svolge una vita parallela a quella dei facoltosi ospiti che invece sono alloggiati negli sfarzosi ed opulenti piano superiori.  All’apparenza sembrano due mondi che tra di loro non comunicano.

Sotto un fervente brulicare di dipendenti dell’hotel che vivono e lavorano in un labirinto di corridoi, porte nascoste, scale di servizio e montacarichi che salgono e scendono mettendo in comunicazione tutti i piani dell’albergo. La vita scorre apparentemente normale secondo schemi ben calibrati e cadenzati nel tempo fino a quando una mattina qualsiasi Prosper Donge, a servizio nella caffetteria dell’hotel, scopre il cadavere di una donna nell’armadietto n. 89. Si tratta di Mrs. Clark moglie di un facoltoso americano di professione industriale.

Tutti gli indizi sembrano convergere nei confronti del povero Donge che viene arrestato. L’indagine viene affidata all’instancabile commissario Maigret che dotato di eccezionale fiuto si rende presto conto che non è li sotto che deve cercare il colpevole bensì deve indagare nell’ambiente, di certo non pulito, dell’alta società che frequenta il Majestic.

Bella indagine in stile ottocentesco in cui il grande protagonista l’hotel Majestic viene descritto nei minimi particolari. Che dire di Maigret? Grande indagatore, tutto ragionamento e deduzioni ti trascina nell’indagine e ti porta alla fine lasciandoti sempre a bocca aperta quando ti spiega nei dettagli il modus operandi e quando ti fa scoprire il colpevole.

Molto pittoreschi anche i personaggi secondari sempre descritti nei particolari da Simenon. La lettura di Giuseppe Battiston, come mi è già capitato di scrivere proprio qui, è un valore aggiunto alla storia.

La voce profonda e rude quando parla Maigret te lo fa apparire davanti sornione, con l’impermeabile e la pipa in bocca, riportando alla mente (per chi è un po’ più attempato) il Maigret televisivo.

Lettura consigliata a chi ama il giallo “puro”, quello che è possibile definire allegoricamente il “giallo giallo” per gli intrecci della storia e per gli indizi apparenti che ti fanno credere in un epilogo completamente diverso.

Editore: Emons edizioni
Anno: 2017