Thriller

Dove c’è fumo di Simon Beckett, Anno 2018

Lug 12, 2018 C.A. Brera
Trama 90
Suspense 92
Scrittura 97
93
Il nostro voto 93

VITTIME DEI PROPRI DESIDERI

Il thriller sembra volerci inviare un messaggio: state attenti a ciò che desiderate, perché potrebbe realizzarsi.

Kate Powell vive a Londra, ha un ottimo lavoro ma le soddisfazioni professionali non la rendono una persona felice. Dentro di sé ne conosce il motivo. Reduce da una relazione sentimentale deludente, decide di dare una svolta alla propria vita. Kate vuole un figlio, a tutti i costi. Finalmente la fortuna sembra girare a suo favore; dopo aver scelto di sottoporsi all’inseminazione artificiale con donazione di sperma, incontra Alex. Il timido, dolce, attraente Alex. E tutti i tasselli sembrano andare al proprio posto. Noi però, fin dalle prime battute, sentiamo puzza di bruciato…

Qualcosa non torna, lo intuiamo subito. I segnali ci sono, gli indizi non mancano. Eppure, proprio come Kate, cerchiamo di allontanare i sospetti. Mettiamo a tacere i timori che s’insinuano fastidiosamente tra una riga e l’altra, nella speranza di trovare, pagina dopo pagina, una soddisfacente spiegazione ai nostri dubbi. È ciò che prova Kate? É questo l’inganno costruito dal suo inconscio?

L’intreccio è piacevolissimo. Il rischio di immedesimazione nei protagonisti, a cui il lettore va incontro senza indugio, è molto alto. Spesso vien da chiedersi: noi come ci saremmo comportati? Cosa avremmo provato in una situazione del genere? Una risposta non l’abbiamo, fino alla fine. E forse neanche dopo.

Il thriller di Simon Beckett non è, per l’esattezza, un inedito. È il riadattamento di un suo precedente romanzo, pubblicato per la prima volta nel 1997. La nuova stesura si è resa necessaria per attualizzare il contesto. Oggi, grazie alle novità tecnologiche e scientifiche, la vita di tutti è cambiata. Sebbene il salto temporale sia di un solo ventennio (neanche poi così tanto in letteratura, se pensiamo a certi classici), i cambiamenti epocali, di cui Beckett ha dovuto tener conto, sono numerosi. Inutile dirlo, rispetto agli ultimi anni del secolo scorso, le possibilità quotidiane degli individui sono nettamente amplificate. Ma i desideri più profondi no. Quelli rimangono sempre gli stessi.

Traduzione: F. Coppola

Editore: Bompiani
Anno: 2018