STREGHE, SUPERSTIZIONI E VAMPIRI: I MAESTRI DEL GIALLO NON POSSONO PROPRIO FARNE A MENO

UN CAVALLO PER LA STREGA DI AGATHA CHRISTIE – ANNO 1961 – ED. MONDADORI

Non si può dire che con l’avanzare degli anni la Christie avesse perso il proprio tocco. Questo romanzo, tra i più moderni dell’autrice inglese, è da considerarsi magico. Una strana serie di delitti (che non sembrano delitti ma certamente lo sono) insospettisce lo scrittore Mark Easterbrook. Qual è il nesso tra le vittime? Gli indizi convergono verso una locanda di campagna, Il Cavallo Pallido, gestita da un trio d’inusuali signore. In paese le tre donne si sono meritate la fama di streghe, in effetti la loro locanda é un luogo alquanto sinistro. Mark, aiutato da una giovane amica,
cercherà di togliere la patina soprannaturale a un mistero assolutamente terreno. Atmosfera stuzzicante e trama geniale, con un pizzico di comicità grazie alla presenza della scrittrice Ariadne Oliver, il personaggio più simpatico della Christie.

Voto: 100

LA PORTA DELLA MORTE DI ELLIS PETER – ANNO 1970 – ED. TEA

Nella campagna inglese c’è una cittadina chiamata Mottisham dove i Macsen-Martel, famiglia antica quanto la storia anglosassone, sono in qualche modo legati a una vecchia superstizione. Nonostante la decadenza finanziaria, i Macsen-Manor abitano ancora nell’aristocratica tenuta dei propri avi e conservano un ruolo illustre all’interno della piccola comunità. Questo privilegio feudale però comincia a diventare un pesante fardello. Inoltre, i componenti della famiglia sembrano nascondere un segreto. Quando la presunta maledizione colpisce e uccide, arriva l’ispettore Felse. Il poliziotto, uomo solido e razionale, non bada alle leggende e si mette al lavoro per scoprire la verità. Noi lettori, invece, non possiamo rimanere immuni dal fascino delle nobili famiglie e delle secolari dimore. Freddi e spessi muri in pietra che custodiscono terribili segreti.

Voto: 96

IL VAMPIRO DEL SUSSEX DI ARTHUR CONAN DOYLE – ANNO 1880 – ED. MONDADORI

Questa raccolta di racconti s’inserisce nel periodo gotico ed esoterico di Sir Arthur Conan Doyle. La trama risente delle antiche superstizioni europee e del romanticismo ottocentesco, influenze che portarono altri grandi autori dell’epoca alla creazione di miti come Nosferatu e il Conte Dracula. Nove racconti poco conosciuti che, con lo stile sensazionalista in voga a quei tempi, incuriosiranno il lettore. Conan Doyle lascia a casa il detective Sherlock Holmes, sua riuscitissima creatura, per dedicarsi a un genere più horror, a lui molto congeniale. Una lettura perfetta per le buie serate autunnali.

Voto: 90